Viaggiare col cane

Camminare sicuri in montagna tra consigli e App

Per chi ha in programma una vacanza in montagna, ecco alcuni consigli siglati da Innovet per trascorrere un soggiorno piacevole e sicuro in compagnia del proprio cane.
E’ bene evitare di lasciare liberi i cani in aree con erba alta o lungo percorsi non consueti, dove potrebbero essere morsi da vipere o serpenti. Se malauguratamente il cane è stato morso, niente panico. Bisogna solo agire con tempestività. Una volta effettuato un primo soccorso disinfettando e bendando la zona colpita è fondamentale raggiungere quanto prima un centro veterinario.


Controllare sempre la copertura antiparassitaria: pulci, zecche, zanzare, flebotomi sono in agguato anche in montagna.
Anche se il cane è abituato a muoversi liberamente, meglio non farlo allontanare troppo, e pure in montagna le sue deiezioni vanno raccolte.
Si devono sempre avere a disposizione acqua fresca e ciotola. Considerato che il cane ha una digestione più lenta di noi è importante dargli da mangiare almeno tre ore prima di mettersi in cammino, senza dimenticare poi crocchette e snack per compensare gli sforzi in alta quota.

Il Cai invece ha attivato per i propri soci, il sistema GeoResQ, un’applicazione che è possibile scaricare sul telefonino e che consente, oltre ad un tracciamento e archiviazione della propria escursione, di rilevarne i dati essenziali, quali la distanza percorsa, i dislivelli e i tempi di percorrenza, inoltre in caso di necessità, è in grado anche di lanciare una richiesta di soccorso accompagnata da una precisa geolocalizzazione.
L’applicazione offre una risposta rapida ed efficace alla macchina dei soccorsi, curata dal Soccorso alpino e speleologico, in quanto fornisce la posizione precisa.
Il socio Cai deve registrarsi sul sito www.georesq.it e sull’App che dovrà essere scaricata dallo store corrispondente al sistema operativo del proprio smartphone; verrà avviata una procedura che verificherà la regolare iscrizione al Cai, tramite l’inserimento del codice fiscale, e quindi la possibilità di attivazione gratuita del servizio.
Per saperne di più si può visitare il sito www.georesq.it oppure chiedere informazioni all’indirizzo mail info@georesq.it.
Read more

0 Condivisioni