Iniziata la migrazione dei rospi al Moregallo di Mandello

Niente viaggio di nozze in carrozza. Quest’anno i rospi dovranno arrangiarsi ad attraversare da soli la strada Lariana dal Moregallo di Mandello fino a Limonta di Oliveto Lario al confine con Bellagio.
Iniziata la migrazione da monte verso il lago per depositare le uova e fecondarle. L’emergenza sanitaria per il coronavirus non permette però la presenza dei volontari delle associazioni animaliste per seguire la migrazione.
Volontari che ogni anno raccolgono gli anfibi depositandoli nei secchi e portandoli in sicurezza verso il lago. Nel frattempo le barriere del rospidotto sono state sollevate così da non ostruire il passaggio dei Bufo-bufo.
In media ogni anno scendono 20 mila esemplari, di questi 2 mila nell’area dell’ex cava di Limonta a Oliveto. Considerato il periodo critico con poche auto in transito non dovrebbe esserci una strage di rospi, il consiglio è scomunque empre quello di fare molta attenzione.

A Mandello riqualificata l’area di via Giulio Cesare

A Mandello è stata riqualificata l’area cani che si allunga tra via Giulio Cesare e la strada provinciale 72, con una nuova recinzione e alcune panchine all’interno.
Inaugurata nel 2016, con i nuovi lavori, è tornata ad essere uno degli spazi più frequentati.
Uno sgambatoio di quasi 150 metri quadrati, completamente recintato, facilmente raggiungibile sia dalla strada provinciale, oltre che da chi arriva dal centro paese percorrendo il sottopasso da via Risorgimento, oppure dal lungolago.
La fruizione all’area è libera, ma chiaramente si devono rispettare le regole di sicurezza, soprattutto in presenza di cani di grandi dimensioni che non sempre vanno d’accordo tra di loro.
Ed è fondamentale l’igiene e l’educazione raccogliendo le deiezioni.